L’ ADDIO…

…tutto questo ogni giorno…
la casa a in campagna, la vista che cè lassù,quel soffitto, quel profumo, il caldo, il freddo, quel caminetto, le bottiglie di vodka, lo stereo che nn funziona, il cd di tracy chapman, il tavolo le sedie,i tuoi passi che vengono i tuoi passi che vanno, l’istante prima che tu apra la porta, la tua maglia gialla, la tua cintura, la luce che in bagno nn trovo mai, il bracciale dimenticato sul comodino, la mia casa, la doccia, quel letto, le tue parole, la canzone di ligabue, quando sul divano abbiamo guardato matrix, i miei tacchi nel fango, il tuo portachiavi, la stufa che nn si accende, il pavimento in cotto, il soffitto con il riflesso del fuoco…te…
i tuoi capelli neri, i tuoi occhi da indiano, i tuoi occhi del colore di foglie bruciate, i tuoi occhi che mi guardano, i tuoi occhi nei miei occhi, i tuoi occhi in cui mi perdevo in cui spaventata mi ritrovavo, i tuoi occhi a cui parlavo, la tua pelle scura e il tuo profumo che riconoscerei tra 1000, quando ti fingi un latin lover e sorridi girandoti da un lato, le tue gambe, e il tuo modo frettoloso di camminare, quando ti accoccoli vicino a me e mi baci il collo, quando giochi con il ghiaccio e con me, tutte le volte che ti ho guardato dormire, che ti ho guardato mentre di spalle sciacquavi i bicchieri in cucina, le nostre fantasie su una canzone, i nostri lunghi discorsi e battibecchi, quella volta che discutevamo per decidere se il vaso sopra il cassettone e i fiori di plastica avessero sentimenti, i nostri viaggi in fiumi di parole, la tua auto, la tua targa, la tua macchina parcheggiata male la mattina, il graffio sulla fiancata, il pupazzino al vetro,la tua macchina a castra, davanti al pub, la nostra fantastica cena, al prima volta al cinema, man in black e minority report, i tuoi pantaloni neri e le puma, il primo squillo che ti ho fatto, il nostro primo bacio, la prima volta che facevamo l’amore, quando mi facevi tremare, la prima volta a casa mia quando mi dicesti che nn l’avrei mai dimenticato, la prima volta di tutte le nostre volte….l’aperitivo delle 6, le 3 di mattina e l’una di notte, al ritorno stanchi con la mia mano nella tua, la canzone dei tiromancino, la mattina quando per caso ti incontro in centro, per tutti i baci che nn ho potuto darti, l’evidente complicità, l’evidente imbarazzo, la porta del tuo ufficio, la tua voce, i tuoi sms frettolosi scritti guidando…il tuo nome, il mio nome nella tua bocca, quando quella volta mi dicesti “ti voglio bene”, tutte le volte che ho sentito il tuo amore scivolarmi silenzioso dai tuoi occhi fino sotto la mia pelle, il biglietto a s.valentino, il bagnoschiuma a natale, il tuo anello il tuo bracciale, i graffi sulla schiena , le tue mani, la playstation e il gioco del calcio, il bicchiere rosso il bicchiere blu, tutte le volte che abbiamo guardato le stelle, il primo giro sulla mia macchina nuova, sul prato per il mio compleanno quando ebbi il coraggio di dirti che ero innamorata di te…,per il tuo silenzio, le bottiglie di vino rosso, le candele consumate, i tuoi baci i nostri baci, gli squilli il lunedì, le tue provocazioni, le nostre risate, il centro tavola che hai fatto con gli spaghetti, i tuoi racconti….il 26 ottobre, novembre, dicembre e poi gennaio, febbraio, marzo, aprile e ancora maggio, giugno, luglio, agosto e settembre….

….e tutto quello che nn ti ho detto ma che avrei voluto dirti, tutte le lacrime che ti ho nascosto, per ogni giorno che ti ho amato in segreto…per ogni istante che mi sei mancato e mi mancherai….

L’ ADDIO…ultima modifica: 2003-09-18T12:00:48+02:00da furius80
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento